Il Duomo di Parma

Duomo di Parma

Il Duomo di Parma è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la chiesa che sorge in piazza Duomo vicino al Palazzo Vescovile e al Battistero.

La costruzione del Duomo di Parma è precedente al 1074, completata intorno al 1178, l’edificio è costruito in stile romanico e rappresenta una delle maggiori opere dell’architettura romanica non solo di Parma ma in Italia.

Il duomo sorge a poca distanza da una precedente Basilica Paleocristiana andata distrutta probabilmente da un incendio. Ricostruita nel IX Secolo, particolare è la facciata, a capanna, realizzata in blocchi di pietra squadrati con 3 portali, due laterali minori e uno centrale più grande.

Sulla destra si eleva il campanile, la torre, costruita in stile gotico nel 1284 è alta 63 metri con una copertura cuspide di forma piramidale.

Il Campanile è costruito con mattoni scuri a vista e un rivestimento di blocchi di marmo negli angoli. All’interno del Campanile del Duomo di Parma si trovano sei campane in bronzo, la più grande venne fusa per la prima volta nel 1287. Le sei campane sono state rifuse nel corso dei secoli per l’intonazione.

L’interno della cattedrale è costruito partendo da una base a croce latina, con 3 navate ognuna delle quali è formata da 7 campate. La struttura è quella originaria del XI Secolo. La navata centrale è larga circa il doppio delle due laterali e tutte sono impreziosite da cicli di affreschi con scene dell’Antico e Nuovo testamento.

Molto particolare è la Cupola della Cattedrale di Santa Maria Assunta, una cupola ottagonale con all’interno un grande affresco dell’Assunzione della Vergine di Correggio di circa 650 metri quadri realizzato da Antonio Allegri, pittore noto come il Correggio.

L’affresco presenta diverse figure di Angeli ed Apostoli in una fitta spirale di nubi in cui si può riconoscere la Madonna con Adamo Eva e San Giuseppe. Una luce gialla all’interno dell’affresco simboleggia la presenza di Dio.