Parma

Parma

Visitare Parma significa vistare una delle città sede delle prime università italiane, che fonda le sue origini nell’età del bronzo.

Parma, antica capitale del Ducato di Parma e Piacenza e sede dal XI Secolo di una delle più antiche Università Italiane, dopo quella di Bologna, conta circa 190.000 abitanti e un area metropolitana in cui risiedono circa 445.000 persone e tra le principali città d’Europa premiate per la migliore qualità della vita.

Numerosi sono stati i ritrovamenti dei primi insediamenti dell’uomo nella pianura parmense risalenti all’età del bronzo, si pensa infatti che Parma nacque come città etrusca successivamente occupata dalle prime popolazioni celtiche. I Romani arrivarono in questa zona nel 183 A.c. Fondando la colonia di Parma, che contava circa 2000 famiglie occupate nel lavoro dei campi intorno alla via Emilia.

Dopo la caduta dell’Impero Romano l’intera pianura di Parma fu attraversata da diversi popoli, Parma venne saccheggiata da Attila e duramente colpita dalle guerre gotiche sino all’arrivo dei Longobardi nel 593, quando divenne un importante centro amministrativo e militare. Diventata libero comune del XII Secolo, divenne uno dei centri maggiormente contesi tra Guelfi e Ghibellini, prima della creazione del Ducato di Parma nel 1545.

Cosa visitare a Parma

La città di Parma è ricca di monumenti da scoprire, molti degli edifici storici più antichi sono stati costruiti tra l’undicesimo e il dodicesimo secolo, tra questi il Duomo e il suo Battistero, l’Abbazia di San Giovanni Evangelista, il Complesso di San Paolo e il Palazzo Ducale per citarne alcuni.

Nei vari quartieri, di Parma Vecchia, Parma Nuova e fuori dal centro storico, si possono ammirare diverse opere e zone costruite tra il 1500 e il 1650 che sono perfettamente conservate a testimonianza dello splendore d’arte e di cultura che rappresentò per la città il periodo del Ducato.

Una città che alla pari dei capoluoghi e delle città d’arte più famose merita una visita per i suoi monumenti e le sue storiche architetture, per le sue piazze, le sue chiese e per la tranquilla atmosfera cittadina che qui si vive.