Brisighella

Brisighella

Brisighella è un comune di circa 8000 abitanti nella bassa valle del Lamone in provincia di Ravenna.

Il borgo di Brisighella sorge sulle pendici dell’Appennino Tosco-Romagnolo ed è caratteristico per tre punte di roccia, dove sorgono la Rocca Manfrediana, il Santuario di Monticino e La Torre dell’Orologio.

Diverse sono le opinioni storiche circa il nome Brisighella, la meno accreditata vede il nome fondarsi sul termine latino Brassica, ovvero cavolo, ortaggio coltivato nella zona di Brisighella, la meglio accreditata fonda invece la radice del nome nel termine romagnolo Brisca, ossia vaspaio, per la presenza in zona di numerosi alveari.

Il borgo di Brisighella iniziò a formarsi nel Duecento a seguito della costruzione di una roccaforte su uno spuntone di roccia da parte dei Maghinardo Pagani.

Nel 1310 fu Francesco I Manfredi ad edificare su un secondo spuntone roccioso una roccaforte con la torre più alta e protetta da forti mura di cinta.

Cosa visitare e vedere a Brisighella

Inserito nel circuito dei borghi più belli d’Italia, Brisighella è una cittadina medievale dove si possono scoprire diversi itinerari turistici immersi in un incantevole paesaggio tra l’Emilia e la Toscana.

Sino agli anni 50 il comune aveva una popolazione che superava i 15.000 residenti, negli ultimi 50 anni molte famiglie si sono trasferite con una perdita di oltre il 50% della popolazione.

Il monumento più importante è sicuramente la Rocca Medievale, con le sue torri cilindriche fu fortificata dai Veneziani durante il breve controllo della Romagna fino al 1509.

Tra gli edifici religiosi sono molti antichi La Pieve di S. Maria in Tiberiaco sul Monte Mauro, edificata dall’imperatore Bizantino Tiberio del 582, e la Pieve di S. Giovanni in Ottavo del XI Secolo.

Diversi sono gli eventi con rappresentazioni storiche, famose sono le feste Medievali dell’ultima settimana di Giugno, che dal 1980 ha fatto conoscere Brisighella in tutto il territorio nazionale.