Palmanova

Palmanova

Visitare Palmanova la città a “forma di stella”.

Celebre città fortezza creata dai Veneziani nel 1593, Palmanova è oggi un comune di circa 5.000 abitanti in provincia di Udine, dichiarato fin dal 1960 monumento nazionale: la visita ai preziosi reperti di questa peculiare cittadina dalla riconoscibilissima forma a stella si può accompagnare ad una più mondana giornata di shopping nel vicino Outlet Village, con oltre 90 negozi di abbigliamento adatti a soddisfare anche i più incalliti fashion addicted.

Palmanova nella storia

Palmanova è una città creata ex novo dalla Repubblica di Venezia nel 1593, a seguito del Trattato di Worms, che, ponendo fine ad un decennio di logoranti battaglie con l’Austria, ridisegnò i confini territoriali dell’entroterra friulano.

Vennero attribuiti alla Serenissima l’area compresa tra Udine e Marano Lagunare: per difendere i suoi possedimenti da possibili attacchi nemici, Venezia stabilì allora l’erezione della fortezza di Palmanova, affidandone il progetto agli architetti e gli ingegneri militari del Dipartimento di Fortificazioni lagunare, sovrinteso da Giulio Sarvognan.

Palmanova

Palmanova, antica mappa della città a forma di stella

Palmanova fu costruita nell’inespugnabile conformazione a stella con 9 punte, dai complessi risvolti simbolico-religiosi, e munita di una doppia cerchia di mura con baluardi, cortine, rivellini e un fossato, oggi interrato.

Affidata in principio al Provveditore Generale Marc’Antonio Barbaro, Palmanova riuscì a preservarsi integra fino alla fine del Settecento, quando un contingente austriaco riuscì a penetrarla con l’inganno. Per alcuni anni passata sotto il controllo francese, Palmanova tornò agli Asburgo con il Trattato di Vienna, per essere annessa al Regno d’Italia nel 1866.

Cosa visitare e vedere a Palmanova

Oggi la visita di Palmanova si compie generalmente in virtù di due distinte ragioni: da un lato riscoprire il suo fascino monumentale dettato dalle imponenti testimonianze del suo passato militare, come le tre maestose porte d’accesso alla città, identificate secondo l’itinerario di provenienza (Porta Aquileia, Porta Cividale, Porta Udine), o l’esagonale Piazza Grande, l’antica piazza d’armi su cui si affacciano i principali palazzi cittadini.

Nei pressi di Piazza Grande troviamo il  Civico museo storico di Palmanova con la sua fondamentale collezione di reperti bellici.

Palmanova può essere visitato durante tutto il corso dell’anno, ma viene particolarmente raccomandato un soggiorno in città nel secondo fine settimana di Luglio, allorché vi ha luogo una suggestiva rievocazione della sua fondazione ad opera della Serenissima, con sfilata in costume per il centro urbano e sfide tra i borghi.

Se siete invece amanti dello sport a novembre si tiene la “Mezza maratona di Palmanova” : un modo diverso per scoprire la città e i suoi dintorni.

Palmanova è sicuramente una delle cittadine da visitare del Friuli Venezia Giulia: è facilmente raggiungibile tramite l’autostrada A4 e, di conseguenza, dalle altre città del Friuli Venezia Giulia come Trieste, Udine e Gorizia.