Il Parco Nazionale delle cinque Terre

Cinque Terre, il parco

Le Cinque Terre, con il loro mare e la loro costa, costituiscono sicuramente una delle attrazioni principali della Liguria.

Dal 1997 le Cinque Terre sono Patrimonio dell’Umanità Unesco e si espandono per 18 km lungo la costa della Liguria fatta di spiagge, baie e fondali dell’Area Marina Protetta e sovrastata da una grande catena montuosa a picco sul mare.

Viaggiare nelle Cinque Terre non significa solo mare, ma anche piacevoli passeggiate lungo i percorsi dei colli e nei suoi borghi, visite nelle chiese, degustazione di piatti tipici e vini.

Anche se l’uomo ha contribuito a sviluppare questa zona con coltivazioni a terrazza, muretti a secco e vigneti, non è facile raggiungere con facilità i paesini arroccati nelle insenature delle montagne, che con le loro case/torri e le incantevoli spiagge cristalline, accolgono numerosi turisti in cerca di relax per le proprie vacanze.

Il territorio delle Cinque Terre è attraversato da un gran numero di sentieri, di cui tre sono i sentieri principali, segnati dal CAI con un segnavia bianco-rosso.

Sentieri nelle Cinque Terre

Sentieri nelle Cinque Terre

Cittadine da visitare nelle Cinque Terre

Monterosso al Mare offre la spiaggia più estesa e frequentata. Il borgo antico è separato dal moderno da Torre Aurora. Da visitare: il castello obertengo, la Chiesa San Giovanni, San Francesco e i carruggi.

Vernazza prende il nome dalla Gens Vulnetia, proprietaria degli schiavi che la fondarono. L’elegante borgo offre elementi architettonici pregiati e si sviluppa sul Vernazzola. Da vedere le costruzioni difensive, il Torrione e il castello Doria.

Riomaggiore è situato nella valle di Rivus Maior. Strutturato a gradoni, venne fondato da profughi greci. Da vedere la chiesa di San Giovanni Battista, l’oratorio e i resti del castello.

Rio Maggiore

Rio Maggiore

Corniglia si trova su un promontorio da cui è possibile ammirare gli altri borghi. Prevalentemente agricola, è raggiungibile dalla Lardarina, scalinata di 377 gradini, oppure dalla ferrovia. Le case affacciano da un lato su Via Fieschi, e dall’altro sul mare. Da vedere i ruderi della rocca del 1556 e la chiesa San Pietro.

Manarola ha origini antichissime e offre passeggiate imperdibili come la Via dell’Amore tra Manarola e Riomaggiore. Curiosa è la piramide bianca, segnale per i naviganti, tra le case.

Manarola

Manarola