Visitare Milano, la città della moda

Milano

Che ne dite di visitare Milano, la capitale italiana della moda e dello shopping, ma anche città ricca di offerte culturali, ricreative e sportive?

Per quanti  si recano a Milano per la prima volta e per i frequentatori più assidui, ecco le mete irrinunciabili di un soggiorno in una delle maggiori città italiane.

Per gli amanti della cultura, Milano propone una grande varietà di itinerari storico-artistici, che spaziano dai reperti classici del Parco dell’Anfiteatro romano al trionfo gotico del Duomo, il liberty della grande Galleria Vittorio Emauele o l’ediliza 2.0 del nuovo complesso Bomb-Blast Pirelli.

Grazie all’organizzata rete di trasporto pubblico, che spazia dalla metro al tram, dal servizio autobus alle linee ferroviarie intracittadine, organizzare i propri spostamenti all’interno di Milano è abbastanza semplice, anche se risulta sempre consigliabile programmare dei percorsi omogenei, così da non perdere tempo negli spostamenti e poter gustare durante le passeggiate di avvicinamento ai siti prescelti le tante sorprese, che lo skyline cittadino è in grado di riservarci.

Monumento simbolo del capoluogo lombardo, il Duomo di Milano leva la sua imponente mole, che lo pone al quarto posto tra le cattedrali più estese d’Europa, proprio in pieno centro storico e rappresenta dunque un ottimo punto di partenza per qualsiasi visita alla città: se è la vostra prima esperienza a Milano, non mancate di salire ai terrazzi, dove si erge la famosa statua della “Madonnina” realizzata nel Settecento da Giuseppe Perego e Giuseppe Bini, per godere dello straordinario panorama sull’intero complesso urbano.

Su Piazza Duomo si affacciano l’ex Palazzo Reale dell’architetto Giuseppe Piermarini e la Galleria Vittorio Emanuele, che con il suo passeggio coperto interrompe lo svolgersi dei Portici (Settentrionali e Meridionali), oggi ospitanti negozi di griffe e marchi prestigiosi, oltre a famosi ristoranti e caffé: dopo averla attraversata e aver compiuto il vostro rituale scaramantico sui genitali del toro ritratto nel mosaico contrale, giungerete in Piazza della Scala, sede dell’omonimo teatro, che da oltre duecento anni ospita artisti di fama internazionale.

Da qui potrete proseguire verso la Pinacoteca di Brera, ove sono custoditi alcuni dei più famosi capolavori del rinascimento italiano, come Il Cristo Morto di Mantegna o lo Sposalizio della Vergine di Raffaello.

Nell’ambito dell’architettura medievale, risaltano i complessi di Sant’Ambrogio, con il suo originale quadriportico in laterizio, e di San Lorenzo Maggiore, un po’ più lontani, ma sempre in centro cittadino.

La visita a Santa Maria delle Grazie, arricchita dalla Tribuna Bramantesca, si accompagna a quella al Cenacolo di Leonardo da Vinci, conservato nel refettorio del convento, per accedere al quale è necessaria la prenotazione.

Se volete scoprire una Milano più “profana”, non perdetevi i nostri spunti di visita al raffinato Museo Poldi Pezzoli, un’immersione nel fasto ottocentesco di uno degli uomini più in vista della società risorgimentale (tra l’altro coinvolto nei moti antiaustriaci), o al Parco del Sempione, all’interno del quale potrete godere di una rasserenante passeggiata immersi nel verde, eventualmente completata da una visita al Palazzo della Triennale, una delle più prestigiose vetrine dell’arte contemporanea.