Visitare le Marche

Regione dell’Italia centrale strutturata su catene montuose parallele, le Marche vantano una superficie complessiva di circa 10.000 kmq e sono popolate da poco meno di 1 milione e 600mila abitanti.

Capoluogo delle Marche è Ancona, mentre altri comuni sono Pesaro, Urbino, Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno.

La città di Ancona sorge ai piedi del Monte Conero, si affaccia sul mare Adriatico ed è tra le principali città della costa orientale: fin dal secondo dopoguerra ha sviluppato una forte vocazione industriale, soprattutto in ambito navale; molto conosciute sono anche le fabbriche di fisarmoniche, diffusissime a livello regionale.

Dal punto di vista architettonico, Ancona presenta ancora i caratteri della provincia romana: all’epoca antica risalgono l’Arco di Traiano e l’imponente anfiteatro, mentre uno dei più bei monumenti cittadini è sicuramente la chiesa romanica di Santa Maria della Piazza.

Tra le città marchigiane più piacevoli da visitare è impossibile non annoverare Urbino, uno dei crocevia fondamentali del Rinascimento Italiano, di cui conserva ancora oggi i tratti essenziali.

Il centro storico cittadino figura per volere dell’UNESCO  tra i Patrimoni dell’Umanità, ed entro i suoi confini sono contenute opere da non perdere, come il Palazzo Ducale, il Duomo, la Casa e il monumento di Raffaello e l’ex Monastero di Santa Chiara.

Lo spazio naturale più importante della regione è il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga: esteso su una superficie di 150.000 ettari, è contraddistinto da una notevole varietà naturalistica, che va di pari passo con la moltitudine delle proposte e degli itinerari possibili.

Ospita la vetta più alta dell’Appennino, ovvero il Corno Grande (2912 metri).

Intorno al Monte Conero si estende invece l’unica sporgenza a picco sul mare di tutto il litorale adriatico: il Parco regionale del Conero; è compreso tra le città di Ancora e Camerano e tra i centri turistici balneari di Sirolo e Numana.