L’Isola di Ustica

Isola di Ustica

L’Isola di Ustica, con le sue leggende e la sua riserva naturale, è un isola magica, uno dei più bei gioielli della Sicilia.

A Nord delle coste di Palermo si trova l’Isola di Ustica, un isola di origine vulcanica che, pur se vicina all’arcipelago delle isole Eolie, non ne fa parte.

Un luogo incantato, riserva marina che ospita numerose grotte e diverse specie marine, alcune molto simili a quelle che popolano le zone tropicali. Un luogo da scoprire, tristemente famoso per la strage aerea del 1981, ma che può offrire diversi spunti di viaggio e percorsi naturalistici.

Per i Greci ad Ustica viveva la maga Circe che trasformava tutti i visitatori di questi luoghi incantati circondati dal Mar Tirreno in maiali.

I resti di un villaggio cristiano e di diverse sepolture fanno pensare a insediamenti umani già dal periodo Paleolitico. Fenici, Greci, Cartaginesi e romani si sono avvicendati nel controllo dell’isola che sino al 1759 era anche rifugio di pirati e di mercenari.

Ferdinando IV di Borbone la colonizzò e fece costruire sue torri, Torre Santa Maria e Torre Spalmatore, tuttavia l’isola restò un luogo di confinio per oppositori politici fino agli anni ’60 quando si avviarono strategie turistiche per promozionare le bellezze dell’isola.

Le bellezze naturalistiche dell’Isola di Ustica

Un viaggio ad Ustica può quindi completare la visita delle bellezze naturalistiche e paesaggistiche della Sicilia. Oltre al mare, ad Ustica si possono visitare le grotte che si articolano lungo le coste, tra le più importanti segnaliamo la Grotta dell’Oro, la Grotta Verde, la Grotta della Pastizza, la Grotta Azzurra e la Grotta delle Colonne.

Per gli amanti della fauna marina, ad Ustica si potranno inoltre ammirare, coralli e rose di mare, aragoste, spugne, e pesci pappagallo oltre ad una ricca varietà di specie tutelate all’interno dell’Acquario dello Spalmatore che si trova all’interno della Riserva Naturale.

Sull’isola si trovano inoltre il Museo Archeologico di Torre Santa Maria e il Villaggio della Tramontana, che custodiscono le testimonianze degli insediamenti preistorici e risalenti all’età del Bronzo.

A circa 150km dall’Isola di Ustica troviamo le splendide Isole Eolie.