Piazza del Campo

Piazza del Campo a Siena

Piazza del Campo, famosa nel mondo per essere il teatro del Palio di Siena, è senz’altro uno dei luoghi simbolo della città di Siena.

Siena è uno splendido comune situato nel cuore della regione Toscana, conosciuto e apprezzato per il suo enorme patrimonio artistico e paesaggistico, per le numerose Chiese, per la famosa manifestazione del Palio di Siena e per le incantevoli piazze.

Ad un attento visitatore non può assolutamente mancare la visita alla bellissima piazza del Campo.

La prima peculiarità di questa piazza è la planimetria: è infatti famosa per la sua forma “a conchiglia” che la rende unica nel suo genere.

Stando ad un antico documento del 1169, in cui si parla dell’acquisto del terreno da parte della comunità senese, la piazza era denominata “Campus Sancti Pauli”. L’enorme piazza fu divisa in due parti, sempre nel Medioevo, con tanto di muro divisorio.

Lungo il XIII secolo, l’ampio spazio fu adoperato per fiere e mercati, di bestiame e del grano.

Durante il 1300, ci furono lavori di ristrutturazione degli edifici circostanti la piazza e si avviarono la pavimentazione a mattoni e la costruzione della Torre del Mangia e della Cappella di Piazza.

Piazza del Campo

Piazza del Campo

È dell’inizio del 1400 la costruzione della Fonte Gaia da parte dello scultore senese Jacopo Della Quercia. L’opera originale è stata sostituita da una copia ottocentesca.

Nel XVIII secolo fu costruito il Palazzo Chigi-Zondadari, situato nell’emiciclo allo sbocco di via Rinaldini. Nella suddetta Piazza sorge anche il maestoso Palazzo Pubblico, di stile gotico, dalla fine del 1200 sede civile dei Governi senesi.

Ancora oggi è sede istituzionale del Comune di Siena.

La spettacolare Piazza del Campo, cantata anche dal Sommo Poeta Dante Alighieri nel “Purgatorio”, è il teatro della vita sociale dei senesi fin dal Medioevo e, sicuramente, una delle piazze più conosciute e belle d’Italia.