Peio

Peio

Peio, comunemente conosciuta come Pejo in idioma ladino, è un comune alpino della provincia di Trento.

Siamo nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, nell’omonima valle, la Val di Peio, che si estende parallela alla Val di Sole.

Situato in quota a circa 1200 metri di altitudine, questo centro è noto per le sue attrazioni invernali sulla neve, per le terme e per l’acqua minerale delle sorgenti alpine che porta il nome del paese.

Il comune di Peio, dove vivono circa 1900 residenti, venne istituito nel 1928 dall’unione di altri piccoli centri in quota, Cogolo, Calledizzo, Celentino e Comasine.

Il centro è noto soprattutto per le sue bellezze paesaggistiche, da qui infatti ci si può addentrare nella visita del Parco Nazionale dello Stelvio ed è molto attiva una vasta offerta turistica invernale grazie al comprensorio sciistico della Ski Area di Peio che compone il comprensorio più vasto del Dolomiti Adamello Brenta.

La presenza di diverse piste ed impianti, adatti sia agli sciatori principianti, alle famiglie e agli sportivi più esperti, ha portato allo sviluppo di una vasta offerta ricettiva con strutture che si trovano in posizioni centrale per raggiungere anche altre località.

A partire dal 2011 è in funzione una funivia con cabine turistiche che parte proprio da Peio per salire oltre i 2000 metri e collegare la zona con il gruppo Ortles Cevedale e altre piste a quota 3000 metri di altitudine.

Le terme di Peio

Oltre al turismo invernale e alle escursioni del periodo estivo, Peio è famosa per le sue acque e le sue terme.

Le diverse sorgenti che sgorgano dal massiccio dell’Ortles – Cevedale hanno diverse proprietà benefiche.

Dalle acque oligominerali delle fonti alpine, alle acque medio minerali ferruginose ed effervescenti naturali dell’Antica e Nuova Fonte, le acque di Pejo sono un valido alleato per la prevenzione delle patologie gastrointestinali.