Spoleto

Spoleto

Spoleto sorge agli estremi confini Sud della Valle Umbra, in provincia di Perugia.

Comune di circa 40.000 abitanti, è un centro ricco di storia e di arte, antica capitale dei Longobardi e residenza di Papi e Governatori, al centro di diversi intrecci politici tra Impero e Chiesa.

Sin dall’età del ferro Spoleto fu uno dei centri più importanti dell’Umbria. Tra i primi insediamenti del VII e VI Secolo A.C, nel 21a A.C., divenne Colonia romana, rimanendo fedele a Roma durante le guerre puniche.

Dopo la caduta dell’Impero divenne un Ducato, poi capitale del dominio Longobardo, sino alla contesa tra Guelfi e Ghibellini.

Divenne uno dei centri più importanti per lo Stato Pontificio che inviò in città autorevoli governatori, tra i più famosi Lucrezia Borgia, figlia di Papa Alessandro VI.

La Rocca Albornoziana

Il periodo di massimo splendore della città coincide con la costruzione della Rocca Albornoziana, fortezza costruita sul colle Sant’Elia, la più importante fortificazione della città e il monumento simbolo di Spoleto, meta di molti visitatori e raggiungibile attraverso un moderno sistema di scale mobili che collegano il colle ai quartieri centrali della città.

La Rocca divenne anche dimora per i pontefici Bonifacio IX e Niccolò V, oltre che residenza per un breve periodo di Lucrezia Borgia.

Cosa visitare a Spoleto

Tra i principali monumenti della città sono da visitare il Duomo di Santa Maria Assunta, edificio costruito in stile romanico del 1067, impreziosito da affreschi del Pinturicchio, la Chiesta di San Salvatore, la Chiesa di Sant’Eufemia e il Santuario della Madonna di Loreto.

Visitare Spoleto

Una metà da visitare per scoprire la storia, le tradizioni e le influenze artistiche di questa parte dell’Umbria, Spoleto è inoltre famosa anche per il Festival dei Due Mondi, importante evento musicale, teatrale e di danza che si svolge in città sin dal 1958 richiamando ospiti illustri e visitatori provenienti da tutto il mondo.