Rifugi della Valle d’Aosta

Rifugi della Valle d'Aosta

I rifugi alpini nascono verso la fine del 1800, quando è iniziato l’aumento dell’affluenza di escursionisti e si è vista la necessità di creare degli spazi di raccolta per cibo e scorte e per le soste notturne o per brevi riposi.

Diversi sono i rifugi della Valle d’Aosta, alcuni facilmente raggiungibili con la macchina o la funivia (pensiamo al Rifugio Torino raggiungibile con la Sky Way, la funivia del Monte Bianco) altri, invece, solo dopo ore di trekking.

I rifugi costituiscono sicuri punti d’appoggio per chi vuole affrontare escursioni di più giorni come il Tour del Monte Bianco o le Alte Vie n.1 – 2 o per chi, più semplicemente, voglia trascorrere qualche ora al cospetto dei “giganti” della Valle d’Aosta.

Val Veny

Il Rifugio Elisabetta Soldini Montanaro, situato a 2000 metri nella parte finale della Val Veny, fu costruito nel 1953 in onore dell’escursionista caduta sul Mont de la Saxe. Offre 80 posti letto ed è aperto da Giugno a Settembre, mentre durante il gelido periodo invernale è in grado di ospitare 24 persone.

Il Rifugio Durier, a 3358 metri, è l’ideale per i più esperti perché si raggiunge solo con corde, ramponi e picozza ed offre 18 posti letto. Ideale per ascensioni verso il Monte Bianco, il rifugio apre da fine Giugno a metà Settembre.

Ad un’ora e mezza di camminata da La Zerotta, troviamo il Rifugio Maison Vieille con i suoi 28 posti letto. In passato vecchia baita, poi completamente ristrutturata nel 1976, il rifugio è aperto da Dicembre ad Aprile e da fine Giugno a metà Settembre. Questo rifugio è l’ideale per i meno esperti e per chi ama solo passeggiare nei prati verdi intorno ad esso. Raggiungibile a piedi o in funivia, i suoi boschi si affacciano sul Monte Bianco regalando scorci molto suggestivi.

Di facile accesso, troviamo sui 1700 metri il Rifugio Monte Bianco, situato proprio all’inizio dei grandi boschi della Val Veny. Aperto da Dicembre fino ad Aprile e poi nuovamente da Giugno a Settembre, è un albergo usato come base prima di ascensioni verso tutta la zona del Monte Bianco.

Val Ferret

Situato sui 2803 metri in Val Ferret, il Rifugio Gabriele Boccalatte e Mario Piolti si raggiunge con 3 ore di salita da Planpincieux ed offre 25 posti letto. Data la prossimità con il ghiacciaio delle Grandes Jorasses, è sempre opportuno informarsi su eventuali chiusure improvvise.

A 2061 metri troviamo il Rifugio Elena situato ad 1 ora di salita da Arpnouva. Il rifugio offra ben 130 posti letto ed è aperto da metà Giugno a metà Settembre, con possibilità di trovare circa 15 posti nel rifugio invernale. Il luogo è proprio di fronte al grande ghiacciaio di Pré de Bard ed è una tappa del tour del Monte Bianco. Il suo nome è stato dato in onore alla consorte di Vittorio Emanuele III, la regina Elena.

In Val Veny troviamo inoltre il Rifugio Bonatti, dedicato al grande alpinista Walter Bonatti.

Il Rifugio Pavillon, a 2173 metri, si trova dopo una salita di 2 ore e mezza da La Palud ed è aperto tutto l’anno. Si può raggiungere anche con la funivia del Monte Bianco, la Sky Way, di cui costituisce la prima stazione di sosta. Nelle immediate vicinanze del rifugio, si trova il giardino botanico Sussurrea.

Valpelline

Il Rifugio Champillon, situato a 2465 metri, può ospitare 30 persone ed è aperto da Giugno a Settembre. Durante il periodo invernale, il rifugio offre fino a 6 posti letto. La salita verso il rifugio è senza dubbio caratterizzata da una vista impagabile sugli alpeggi e sui sentieri che si inoltrano nei boschi.

Con una quota di partenza di 1950 metri ed una quota di arrivo di 2781, il Rifugio Aosta prevede circa 7 ore di cammino tra andata e ritorno. Aperto da Luglio ad inizio Settembre, il rifugio è completamente circondato da un paesaggio naturale e quasi selvaggio.

Valtournenche

A ben 3480 metri, sorge il Rifugio Guide del Cervino, raggiungibile anche tramite funivia da Cervinia ed aperto tutto l’anno.

Il Rifugio Theodule sorge sui 3317 metri e risale al 1852. Il percorso verso il rifugio è per i più esperti, in quanto percorribile solo con corde e picozza ed offre 86 posti letto durante il periodo da Dicembre a Settembre, con 6 posti nel rifugio invernale.

Valle di Champorcher

Il Rifugio di Dondena a 2186 metri, richiede una camminata di soli 15 minuti ed è in grado di offrire 80 posti letto. Costruito nel 1860, è stato ampliato nel 2001.

Ad una quota di 2200 metri, si trova il Rifugio Barbustel con i suoi 40 posti letto. Ideale per le ascensioni verso il Mont Avic ed il Monte Orso, sorge su una riserva naturale ricca di laghetti e di boschi.

Valle di Gressoney

Il Rifugio Alpenzu situato a 1779 metri si trova ad un’ora di cammino da Chemonal ed offre 24 posti letto.

Valgrisenche

Il Rifugio Chalet De L’Epèe a 2370 metri offre un dislivello di circa 600 metri e lo si raggiunge con 2 ore di cammino partendo da Usellieres. Con 60 posti letto, il rifugio è aperto in estate fino a metà Settembre.