Ancona

Ancona è il capoluogo della regione Marche e un importante porto commerciale.

Conosciuta soprattutto per l’importanza del porto commerciale, uno dei più trafficati di tutto il mar Adriatico, Ancona ha da offrire ai suoi visitatori diverse attrazioni di notevole interesse storico e artistico.

Inoltre, grazie alla vicinanza della Riviera del Conero, Ancona è tra le principali destinazioni turistiche per chi organizza una vacanza al mare nel Centro Italia.

Una curiosità: il capoluogo marchigiano è l’unica città italiana da dove gli abitanti hanno la possibilità di ammirare sia l’alba che il tramonto.

Ancona, il monumento ai caduti nel rione del Passetto

Ancona, il monumento ai caduti nel rione del Passetto

Il Duomo di San Ciriaco

Il Duomo di San Ciriaco è il principale edificio religioso di Ancona. Costruito nella seconda metà del XIII secolo, il Duomo fu dedicato a San Ciriaco, patrono della città. Il complesso della basilica, dal punto di vista architettonico, è definito come uno dei migliori esempi di incrocio tra bizantino e romanico presenti in Italia.

La cripta conserva le spoglie di San Ciriaco, ebreo e martire cristiano. Il Duomo è posizionato su un colle che sovrasta l’intera città: da qui i turisti godono di una splendida visuale sul porto, l’entroterra marchigiano e il monte Conero.

La Mole Vanvitelliana

La Mole Vanvitelliana è uno dei simboli di Ancona. Viene chiamata così in onore di Carlo Vanvitelli, l’architetto che realizzò il monumento su commissione del pontefice Clemente XII.

Il progetto originario prevedeva che la Mole Vanvitelliana adempisse al ruolo di magazzino per i frequenti carichi di merce delle imbarcazioni in arrivo nel porto della città. Inoltre, doveva essere una struttura in grado di assolvere al compito di difendere parte della città dalle eventuali scorribande via mare dei saraceni.

Infine, la Mole fu concepita anche come Lazzaretto, vale a dire luogo dove far scontare la quarantena agli stranieri in arrivo da territori sconosciuti o considerati a rischio.

La Piazza del Plebiscito

Piazza del Plebiscito è il punto di ritrovo degli abitanti di Ancona e di quelli che trascorrono un paio di ore in visita al capoluogo delle Marche.

Al centro della Piazza si erge la statua del Papa Clemente VII, colui che agli inizi del Settecento scelse di investire importanti risorse economiche per rilanciare la città del Centro Italia affacciata sul mar Adriatico.

Visto lo stretto legame con il Pontefice, i residenti sono soliti chiamare Piazza del Plebiscito con il nome di Piazza del Papa. Sulla Piazza si affaccia la Chiesa di San Domenico, al cui interno sono custoditi due opere artistiche di grande rilievo: la Crocifissione di Tiziano e l’Annunciazione del Guercino.

La Chiesa di Santa Maria della Piazza

Insieme al Duomo di San Ciriaco e la Chiesa di San Domenico, l’edificio religioso di maggiore interesse ad Ancona è la Chiesa di Santa Maria della Piazza. Edificata agli inizi del XII secolo, custodisce una serie di mosaici sul pavimento di estremo valore.

Sulla facciata è presente un bassorilievo bizantino, che secondo la tradizione sarebbe giunto ad Ancona direttamente da Costantinopoli.

L’importanza della Chiesa di Santa Maria della Piazza, anche rispetto agli altri edifici religiosi, è dovuta al fatto che gli storici la associano alla Chiesa di Santo Stefano, costruita su una pietra che colpì Stefano in occasione della lapidazione.

L’Arco di Traiano

L’Arco di Traiano è un altro simbolo di Ancona, una testimonianza diretta dell’importanza strategica rivestita dal porto di Ancona in età Romana per i commerci con l’Oriente. Venne costruito tra la fine del I e l’inizio del II secolo in onore dell’imperatore Traiano, il quale ampliò l’area portuale dell’attuale capoluogo marchigiano per facilitare l’arrivo dei commercianti stranieri in Italia.

L’eleganza e il suo slancio lo rendono un unicum tra tutti gli Archi romani disseminati in giro per l’Europa.

Il Passetto e la sua spiaggia

Il Passetto è uno dei rioni di Ancona, famoso per la sua spiaggia e il suo ascensore panoramico.

La Riviera del Conero

La Riviera del Conero è il tratto di costa che da Ancona si estende fino ai centri abitati di Numana e Sirolo.

Caratterizzata da un mare trasparente e da spettacolari spiagge, la Riviera del Conero è la meta preferita dai residenti e vacanzieri per una giornata al mare.

Tra le spiagge più belle si annoverano quelle di Portonovo e Mezzavalle, entrambe site nel territorio del comune di Ancona.

A rendere l’atmosfera ancora più suggestiva è il profilo del Monte Conero, alle spalle della Riviera.