Le regioni italiane

L’Italia è divisa in venti regioni, distribuite in quattro aree geografiche: Italia del nord, centrale, del sud e insulare.

La regione costituisce, per lo stato italiano, la prima suddivisione del territorio: la Costituzione Italiana sancisce l’autonomia amministrativa e politica delle regioni.

Cinque regioni sono a statuto speciale: la Valle d’Aosta, il Trentino Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia, la Sicilia e la Sardegna.

Elenco delle regioni italiane

Nome regione Popolazione Superficie
Abruzzo 1.311.580 10.831,84
Basilicata 562.869 10.073,32
Calabria 1.947.131 15.221,90
Campania 5.801.692 13.670,95
Emilia Romagna 4.459.477 22.452,78
Friuli Venezia Giulia 1.215.220 7.924,36
Lazio 5.879.082 17.232,29
Liguria 1.550.640 5.416,21
Lombardia 10.060.574 23.863,65
Marche 1.525.271 9.401,38
Molise 305.617 4.460,65
Piemonte 4.356.406 25.387,07
Puglia 4.029.053 19.540,90
Sardegna 1.639.591 24.100,02
Sicilia 4.999.891 25.832,39
Toscana 3.729.641 22.987,04
Trentino Alto Adige 1.072.276 13.605,50
Umbria 882.015 8.464,33
Valle d’Aosta 125.666 3.260,90
Veneto 4.905.854 18.345,35

Le aree geografiche italiane

Possiamo suddividere geograficamente le regioni in 4 aree geografiche diverse:

Al livello amministrativo inferiore troviamo le 88 province (non presenti in Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta) e le 14 città metropolitane.

I comuni sono il livello amministrativo più piccolo a livello regionale.