Castelsardo

Castelsardo

Castelsardo è un comune di circa 6.000 abitanti in provincia di Sassari, nella regione dell’Anglona.

Piccolo paesino turistico che si trova in posizione centrale sul Golfo dell’Asinara (immancabile una visita alla omonima isola dell’Asinara), il borgo di Castelsardo è famoso per il suo castello e per le spiagge dalle acque cristalline.

Proprio per la sua posizione sul mare, i primi insediamenti in questa zona della Sardegna risalgono al periodo pre-nuragico, nei pressi dell’attuale porto, i Romani costruirono i loro primi insediamenti. Proprio il porto, infatti, costituiva un importante approdo per gli scambi commerciali con l’antica città romana di Tibula.

Dopo la caduta dell’Impero, come in gran parte dell’isola, si moltiplicarono i territori governati dai Giudicati, nella zona di Castelsardo, a partire dal Cinquecento, anche la chiesa amministrava gran parte del territorio, ricco di terre e di bestiame.

Nel 1102 iniziarono i lavori per la costruzione del Castello dei Doria, la fortezza di proprietà dell’importante famiglia ligure che dava il nome di Castelgenovese al borgo che tuttora domina.

A partire dal 1270 gli abitanti del piccolo borgo si trasferirono all’interno della rocca formando il nucleo originario del paese che in seguito, nel 1448 fu l’ultimo centro della Sardegna ad entrare a far parte del Regno di Sardegna.

Una visita di Castelsardo può iniziare proprio dal castello Doria, oggi un museo che ospita al suo interno diverse opere dalle armi medievali agli antichi attrezzi da pesca e dell’agricoltura locale. Tra gli edifici storici c’è da visitare la Cattedrale di Santo Antonio Abate, chiesa in stile gotico catalano impreziosita dalle influenze neoclassiche.

A fare da sfondo alle bellezze di questo borgo caratteristico c’è naturalmente il mare, diverse le piccole spiagge dalla sabbia chiara e dai fondali bassi. Fra tutte la spiaggia di Lu Bagnu, una zona incantevole che si può raggiungere a piedi e dove si può godere di diversi servizi.

La cartolina ideale si può scattare nei pressi della Roccia dell’Elefante, la roccia simbolo di Castelsardo.