Stintino

Stintino

Stintino, piccolo centro affacciato sul Golfo dell’Asinara, è una bella cittadina molto apprezzata dagli amanti del mare e della vela.

Stintino è un piccolo centro affacciato sul Golfo dell’Asinara, abitato da meno di 1600 residenti, il suo nucleo abitativo è di formazione recente, risalente infatti al 1885, anno in cui circa 50 famiglie che abitavano l’isola dell’Asinara furono sfrattate per l’insediamento della Colonia Penale.

Il territorio di Stintino si estende lungo una penisola di circa 59 Km quadrati che si protende verso l’isola dell’Asinara. A seguito della decisione del Governo Italiano di spostare la popolazione dall’isola dell’Asinara, a Stintino furono incentivate la pesca e le Tonnare, principale occupazione del piccolo borgo di pescatori sin dal 1900.

Con lo sviluppo dell’insediamento abitativo, negli anni ’30 furono costruiti diversi edifici e nel 1934 la Chiesa Parrocchiale della Vergine Immacolata. Stintino è una piccola località turistica famosa per la sua pesca e per il suo mare. Metà principale di questa località è infatti la Spiaggia La Pelosa, spiaggia famosa per la sua finissima sabbia bianca, le acque dalla caratteristica colorazione azzurro-turchese e i bassi fondali.

Nota come la Capitale della Vela Latina, a Stintino, per tradizione, si è infatti sviluppato l’uso delle imbarcazioni a vela, attività oggi rievocata anche da diverse regate. Nonostante il piccolo centro, ben sviluppata è la ricettività turistica, le antiche tonnare sono state ristrutturate a fini turistici ed ospitano oggi piccole strutture ricettive, ristoranti e locali.

Le spiagge suggestive di Stintino si snodano tutte ai piedi di Capo Falcone, famose sono le spiagge della Pelosa e della Pelosetta. La zona offre diversi attrazioni, si possono effettuare escursioni in mare per raggiungere oltre che l’Asinara anche la piccola Isola Piana, in territorio di Porto Torres.

Legato alla tradizione marinara di Stintino è il Museo della Tonnara, qui in Estate si organizza la sagra del Tonno, evento che racchiude itinerari gastronomici e storico culturali con documenti e mostre dedicate alla mattanza e alle varie fasi della lavorazione del tonno.