Castel Sant’Angelo

Castel Sant'Angelo

Castel Sant’Angelo è uno dei monumenti più famosi di Roma.

Noto anche come Mausoleo di Adriano, la costruzione originaria inizio nel 125 come mausoleo funebre per l’Imperatore Adriano e fu completata nel 139 da Antonino Pio.

Castel Sant’Angelo si trova di fronte al Campo Marzio, sulla sponda destra del Tevere ed è collegato al Vaticano attraverso il passetto, un passaggio fortificato.

Nel corso dei secoli, questa imponente opera è stata oggetto di diversi interventi, lavori, ristrutturazioni e recuperi. Già nel 403, per volere dell’Imperatore Onorio, Castel Sant’Angelo perse la sua originaria funzione di Sepolcro, venne fortificato come baluardo difensivo sul Tevere e poi diventò una prigione sotto Teodorico.

Oggetto di contese da parte di numerose famiglie romane, la storia di Castel Sant’Angelo si lega a quella dei pontefici a partire dal 1367 quando Papa Urbano V fortificò nuovamente la già solida struttura per trasferire il Tesoro e l’Archivio del Vaticano.

A partire dal 1447 Castel Sant’Angelo divenne una residenza Papale, totalmente rivoluzionati gli interni, furono realizzati i tre bastioni degli angoli, fortificato il ponte e il quadrilatero laterale.

Fu soprattutto Papa Alessandro VI, Rodrigo Borgia, a completare le opere di fortificazione più importanti tanto che, 30 anni più tardi, durante il Sacco di Roma, Papa Clemente VIII riuscì a resistere per ben 7 mesi agli attacchi dei Lanzichenecchi.

L’importanza di tale fortificazione si dimostrò molto utile a tutti i pontefici che seguirono e fino al 1669 Castel Sant’Angelo continuò a crescere con fortificazioni esterne e opere interne che impreziosivano gli ambienti.

La storia recente, a partire dal Ottocento, vede il castello riutilizzato come carcere, a seguito dell’Unità d’Italia venne utilizzato come caserma, negli ultimi anni del Ottocento infatti era chiamato anche Forte Sant’Angelo, prima di diventare, nel 1906 un Museo, oggi il quinto sito italiano più visitato con oltre 1 milione di visitatori ogni anno.

Castel Sant’Angelo costituisce una delle mete classiche durante una visita a Roma: imperdibile.