Cancellara

Cancellara

A circa 20 Km dal capoluogo di Regione, Potenza, sorge il Cancellara, comune con poco più di 1400 abitanti a 680 metri sul livello del mare.

Questo piccolo comune, tra gli itinerari italiani da visitare alla scoperta dei castelli e dei borghi medievali del Sud Italia, è stato per molto tempo un centro feudale la cui storia è stata legata alla famiglie nobili del Regno delle due Sicilie.

Sulle origini di Cancellara ci sono diverse leggenda, quella che trova maggiori riscontri nella storia, vede il paese fondato da Petruccio Cancellario, signore del XIII Secolo, che è seppellito nella Cappella di Santa Caterina di Cancellara. Il borgo di Cancellara deve il suo sviluppo all’opera dei Frati minori del Convento dell’Annunziata, che soprattutto fino al 1800 contribuirono alla crescita culturale e spirituale del paese.

Cosa visitare a Cancellara

Il monumento simbolo di Cancellara è il Castello Medievale, una fortezza edificata intorno al 1300 per volere dei signori Acquaviva d’Aragona. Il Castello, nel corso dei secoli è stato dimora dei signori che amministravano l’area nei dintorni del paese, dai Carafa, ai Caracciolo ai Pappacoda. Nonostante un forte terremoto del 1674 e i successivi sismi del 1900, 1930 e del 1980, il Castello è quasi interamente integro nella sua articolazione planimetrica. Il castello è formato da 3 edifici su diversi livelli e si affaccia su uno strapiombo di 40 metri. Il Lato est è caratterizzato da un torrione che domina la valle.

Come per altri castelli italiani, anche il Castello di Cancellara ha le sue particolarità e le sue leggende.

Si narra infatti che l’architetto che costruì il castello aveva creato 365 stanze, una per ogni giorno, tutte illuminate tranne una. Chi conosce il castello ha inoltre raccontato di un passaggio segreto che porta dal Castello al di fuori del centro abitato oltre il passaggio di un fiume.

Tra le tradizioni legate ai percorsi gastronomici di quest’area, c’è la Sagra del Salame che si svolge ogni anno il 3 Febbraio in occasione della Festa di San Biagio, il Santo Patrono del paese.