Vipiteno

Vipiteno

In una zona nevralgica tra il Passo del Brennero, il Passo Giovo e il Passo Pennes, sorge Vipiteno, centro di circa 7.000 residenti nella parte nord della Provincia autonoma di Bolzano.

Vipiteno è circondato dalle Alpi dello Stubai, dello Zillertal e dalle Alpi Sarentine, questo centro Tirolese ha una popolazione per il 75% madrelingua tedesca.

I primi insediamenti romani in questa zona risalgono al 14 A.C., l’antica Vipitenum sorgeva infatti lungo un’importante via di comunicazione tra l’Italia e i paesi oltre le Alpi. Nel 550 fu invasa dai Baiuvari che formarono l’antico borgo, elevato circa 700 anni più tardi a rango di città dal Principa Mainardo II di Tirolo-Gorizia.

Il periodo più ricco di Vipiteno è legato al periodo di estrazione dell’argento, la città ben collegata con la Val Ridanna e la Val di Fleres, divenne uno dei centri commerciali più ricchi e belli d’Europa. Proprio alla ricchezza del periodo Medievale, quando Papa Innocenzo IV la definì Villa, risalgono gli edifici merlati più preziosi, dalla Casa del Giudizio cittadino al Palazzo Comunale, da Casa Rafenstein alla Casa del Giudizio Minerario.

Visitare Vipiteno

La ricchezza locale veniva infatti sfoggiata nella costruzione di Chiese, di strade e di edifici signorili. Tra gli edifici religiosi più importanti la Chiesa della Madonna della Palude, la Chiesa più alta tra Monaco e Verona e la Chiesa di Santo Spirito del 1399.

Tra le altre architetture civili da visitare sono la Torre delle Dodici, il simbolo che divide la parte nuova dalla parte vecchia della città.

Inserita nel circuito dei borghi più belli d’Italia, Vipiteno è frequentata dai turisti che arrivano nelle valli del Sud Tirolo per la sua bellezza paesaggistica e per ammirare le tradizioni e gli usi locali. Sia in Estate che in Inverno si registrano inoltre molte presenze sull’Altopiano di Monte Cavallo e nella Val di Vizze una valle incontaminata dove sorgono diverse strutture ricettive.